Tre versi settemila esuberi e 380 miliardi risparmiati

UN MOMENTO UNICO UNA CONDIZIONE IRRIPETIBILE

IVREA LA BELLA LA CERULEA DORA IL PIANO STRATEGICO DI ALDO

e da parte nostra non si parla

anzi non si è mai parlato

di licenziamento

quindi sto saldo nel mio proponimento

altre parole sono buttate al vento

poi non credo che questo sia il momento

confacente per privatizzare

può dispiacere la recessione attuale

ma la vera medicina per sconfiggere il male

sono i miliardi che arrivano alle imprese a fine mese

il resto non importa

se non apre la porta del profitto

la crisi dell’informatica è mondiale quindi è un diritto

calafatare la barca che fa acqua

perché riprenda il mare

anche se ammetto che un piano strategico sarà realizzato

ma con il consenso di tutto il sindacato

è venuto il giorno di togliersi d’intorno

il pensiero del contratto a questa gente

così stasera al ministero del lavoro

dopo una serie di incontri preliminari

per arrivare alla pace fra di loro

s’incontreranno in delegazioni operai e padroni

da pari a pari

d’altra parte è risaputo che ai cancelli

i boschi scroscianti dei picchietti

non sono più quelli degli anni settanta perché tanta

acqua è passata da sotto i ponti

DI IVREA LA BELLA DELLA CERULEA DORA DELLE TORRI CHE SOGNANDO

SPECCHIANO IL TESORO DI ALDO

con melodia da lungi risonante /

Ho detto tutto

se il momento è brutto

il bue da macellare è in officina

oh hanno dei portenti o primavera della patria

oh giorni ultimi giorni

arsi di gloria rossi nel tramonto

cheti il mezzo de’ castagni

per un week-end al sole nella villa sul mare

questa fame ha per pane

il cuore dell’uomo e tre parole col suono di

FOCALIZZARE OGNI BUSINESS.

 

[Torino 1991]

 

(Alla digitalizzazione di questo articolo hanno collaborato Federica Polidoro ed Elena Bonfiglioli)

Informazioni aggiuntive

  • Tipologia di testo: poesie inedite
Letto 459 volte