Ma se guido una Ferrari

(Roberto Roversi, Gaetano Curreri)

 

Questo mondo grosso tondo e buco nero

non ha posto per chi perde

per chi tira un risultato sotto zero

per chi è al verde.

Questo mondo è del più forte

del più bello con i denti neve e spuma

di chi frega col sorriso anche la sorte

e anche la luna.

 

Ma se guido una Ferrari

se lampeggio con i fari

se col clacson chiedo strada

segnalando senza storie

oggi ho i nervi di traverso

ho una macchina veloce

aggressiva e prepotente

scommettiamo centomila che la gente

proprio tutti mi farebbero passare?

 

So che il mondo grosso tondo e buco nero

non ha posto per chi perde

per chi tira un risultato sotto zero

per chi è al verde.

Questo mondo è del più forte

del più bello con la barba neve e spuma

di chi intorta con i muscoli la sorte

e anche la luna.

 

Ma se guido una Ferrari

se lampeggio con i fari

se col clacson chiedo strada

debraiando qua e là

sarò allora ricco e bello.

Aprirò ogni cancello

posso perdere l’ombrello

per le strade di città

che qualcuno presto e bene

fino a casa me la porterà.

 

Questo mondo è del più forte

del più duro che non chiede ma riceve

di chi passa sopra il collo della gente

come sulla neve.

Ma se compro una Ferrari

ma se guido una Ferrari

se lampeggio con i fari

mani pacche un gran sorriso

si ribalta anche la sorte

scale d’oro in paradiso.

All’inferno anche la morte

ho finito di penare

se continuo a lampeggiare…

se lampeggio notte e giorno

per le strade di città.

 

Forse un anno un’ora un giorno

forse un mese un anno un giorno.

Forse Anna forse un giorno

anche Anna forse un giorno tornerà…

 

Forse Anna forse un giorno

anche Anna forse un giorno tornerà…

Forse Anna forse un giorno

Forse Anna un giorno tornerà.

 

Informazioni aggiuntive

  • Tipologia di testo: testi di canzoni
  • Anno: 1995
  • Stato: incisa
  • Album: Di volpi, di vizi e di virtù
  • Interpreti: Stadio
Letto 2347 volte