I giorni che sventrarono la Palmaverde

Registrazioni del 17, 19, 24 e 27 gennaio 2007

a cura di Mattia Di Leva, Maria Gervasio, Salvatore Jemma

libretto con testi e immagini (pp. 32) e DVD (12'0'')

 

La libreria Palmaverde di Elena Marcone e Roberto Roversi, aperta nel 1947, ha chiuso definitivamente la sua esistenza negli ultimi giorni del gennaio 2007. È stato uno spazio di incontro per migliaia di persone, giovani soprattutto, fin dai dagli inizi, quando, oltre a Roversi, i giovani si chiamavano Fortini, Pasolini, Scalia, Leonetti, Romanò. E ha continuato, in ogni contingenza politica e culturale degli ultimi sessant’anni, ad essere un punto di riferimento sia come libreria antiquaria che per la sua attività editoriale e le altre mille iniziative, piccole e grandi, sempre in tono con le cose e gli avvenimenti del mondo. Il lavoro racconta attraverso le immagini, in fotografia e in video, lo smantellamento della libreria.

 

 

Il film è in bianco e nero. Libri e libri, carta e carrelli, scaffali con fregi e senza, ma anche scale, operai che si muovono, voci in sottofondo. Scale. C’è anche lui, c’è la sua poltrona, Roberto appare lì in fondo, col paltò (siamo a fine gennaio 2007). Poi ci sei anche tu, e tu. (Jean Robaey)

 

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Autore: Mattia Di Leva, Maria Gervasio, Salvatore Jemma (a cura di)
  • Tipologia di testo: testimonianza
  • Editore: Bohumil edizioni
  • Anno di pubblicazione: 2014
Letto 839 volte