Il crack

Curatori: Arnaldo Picchi
pp. 142

Uscita: 2005
Collana: Teatro – 3

 

Il crack, opera rappresentata in prima assoluta nel 1969, dopo la pubblicazione di La macchina da guerra più formidabile e Unterdenlinden (entrambi 2002), è il terzo capitolo dell’avanguardistica tetralogia teatrale di Roberto Roversi. Un ritmo straordinario di battute in cui si racconta la vicenda dell’industriale Vasi, che deve fare i conti con una realtà economica “vecchia e lenta”, che nulla ha a che spartire con le leggi astratte del mondo moderno degli affari. Il crack non è solo quello di un singolo industriale, ma di una nazione intera, dove tutto si crea e si distrugge sterilmente, per rimanere esattamente fermo dov’è. Un testo che, come i precedenti, si distingue per sensibilità inventiva, aggressività stilistica e carica provocatoria. Il volume è destinato ai numerosi lettori di Roversi, agli studenti di teatro del Dams di Bologna e di Roma.

Informazioni aggiuntive

Letto 1422 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Maggio 2013 09:57