Unterdenlinden

Curatori: Arnaldo Picchi
pp. 138

Uscita: 2004
Collana: Teatro – 2

 

Il testo – andato in scena al Teatro Piccolo di Milano nel 1967 – propone come nodo centrale la possibile rinascita del nazismo. Un tema che Roversi presenta attraverso l’invenzione di un nuovo Hitler, un personaggio che si chiama appunto Adolfo, che ripercorre le stesse strade che permisero l’ascesa della più sanguinaria dittatura della storia del mondo. La finzione scenica, che riesce a rendere in poche pagine l’assoluta semplicità del meccanismo di presa del potere da parte di un “uomo forte”, risulta essere di incredibile attualità. Le note al testo, di Arnaldo Picchi, ricostruiscono la trama sotterranea di riferimenti che fanno del testo un’incredibile miniera di citazioni storiche.

 

 

 

Informazioni aggiuntive

Letto 1486 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Maggio 2013 09:58