Prefazione a Nei pensieri mobili, di Nino Crimi

Leggo questa raccolta come un breviario, in un susseguirsi di dati di ricerca. I pensieri mobili sono quelli che si fanno (si configurano) e si disfanno, si seguono e si inseguono in ogni momento (è l’ogni giorno di Crimi) in una progressione, di inquietudini costanti, inesausta, interminabile – e di trionfo molto parziale, di volta in volta.

La ricerca è nell’ordine di una possibile verità, di un’ombra di verità da rintracciare e conquistare, che ricalchi o possa sappia ricalcare la vicenda del mondo (di questo mondo, in questo momento, e per ogni singolo individuo che si preoccupi), lasciandosi pure coinvolgere nella ricerca da un moto di tempesta ma rifiutandosi a partecipare alle quotidiane compromissioni per alleggerire il carico delle responsabilità, vincolanti, private.

In questo circuito da Formula 1 che è il cuore, o la testa, dell’uomo (di un uomo) oggi, entra pure come partecipe e competitore il sentimento attivo di una natura che non respinge l’uomo, avvoltolandolo in tentacoli senza respiro, ma che vorrebbe o potrebbe aiutarlo a uscire dal disordine senza regole e dalla rinuncia senza speranza rimasta nel mezzo di questa grandiosa situazione di contraddizione esistenziale e culturale (come ogni altro uomo pensante che, voglia o non voglia, partecipi oppure tenda soltanto ad osservare ma senza oscurarsi o distrarsi), e sfiora con mano decisa, con sguardi acuti i singoli momenti, i vari dettagli di una vita sempre più infuriata.

E certi suoi rapidi, momentanei candori, sono solo un fiato tirato più a lungo per alleggerire l’affanno, la tensione della ricognizione.

Sceglie inoltre il linguaggio non più neutro ma più acremente semplificato – come scalzato dalla corteccia con un falcetto tagliente preciso nei colpi – sicché quello che ci comunica è una indicazione attendibile, coinvolgente, per partecipare alla ricerca indispensabile di verità e di riferimenti primari per tenerci agganciati alla vita. Anche per confrontarci senza interruzione con “questa” vita.

Informazioni aggiuntive

  • Tipologia di testo: prefazioni / postfazioni
  • Testata: Nei pensieri mobili, di Nino Crimi
  • Editore: Pendragon
  • Anno di pubblicazione: 1995
Letto 917 volte Ultima modifica il Giovedì, 11 Giugno 2015 15:57